Contattaci

035 19964680

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

Home 2016 Settembre

Settembre 2016

Il datore di lavoro non può adottare alcun provvedimento disciplinare nei confronti del lavoratore senza  avergli preventivamente contestato l’addebito e senza averlo sentito a sua difesa. La contestazione deve essere intimata (ad eccezione che per i rimproveri verbali) in forma scritta e deve soddisfare i requisiti della specificità, immediatezza e immutabilità. Il rigoroso controllo della presenza di tali requisiti da parte del giudice suggerisce l'opportunità di una  consulenza giuridica da parte di un avvocato che si occupa di diritto del lavoro per...

Con sentenza n. 16214 del 3 agosto 2016 la Suprema Corte ha ritenuto illegittimo il licenziamento di una dipendente per mancato superamento del periodo di prova, in quanto intimato successivamente alla scadenza del medesimo. Nel caso di specie, infatti, la proroga del periodo di prova, inizialmente pattuito al momento dell’assunzione, era stata “formalizzata” mediante la trasmissione via email, da parte della dipendente, di un documento privo di sottoscrizione. La Suprema Corte ha ritenuto irrilevante l’eventuale comportamento “doloso” utilizzato dalla lavoratrice per “carpire”...

Con sentenza n. 10842 del 25 maggio 2016 la Corte di Cassazione ha ritenuto legittimo il licenziamento del dipendente che aveva fatto registrare la sua presenza in servizio da un collega, tramite il proprio badge: il sistema di rilevazione era stato alterato solo una volta, per cinquanta minuti ed il ritardo del dipendente era dovuto ad un incidente stradale. La Suprema Corte ha rilevato che la sanzione del licenziamento è proporzionata, in quanto non si tratta di una mera violazione delle...