Contattaci

035 19964680

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

Home 2017 Luglio

Luglio 2017

Il lavoro a chiamata - Corte di Giustizia UE - Legittimità della normativa. Con una sentenza del 19 luglio 2017, la Corte di Giustizia UE è intervenuta a dirimere una questione pregiudiziale, sottopostale dalla Corte di Cassazione italiana in materia di lavoro a chiamata o intermittente, attualmente disciplinato dagli art. 13 e seguenti del D.lgs. 81/2015. Nello specifico, la questione riguardava un giovane lavoratore italiano che nel 2010, non ancora venticinquenne, era stato assunto con contratto di lavoro a chiamata da una...

Appalti e regime di solidarietà - modifiche introdotte dalla L. 49/2017 Il D.L. 25/2017 convertito nella L. 49/2017 (entrata in vigore il 17 marzo 2017) ha introdotto le seguenti modifiche all'art 29 D.Lgs. 276/2003: prima del D.L. 25/2017 il regime di solidarietà poteva essere derogato dai CCNL che potevano stabilire “metodi e procedure di controllo della regolarità complessiva degli appalti” (art 29, c. 2 prima periodo); oggi invece i CCNL non possono di regolare il regime di solidarietà in maniera diversa...

Licenziamento tramite Whatsapp – Impugnazione del licenziamento – Legittimità del mezzo impiegato - Rigetto del ricorso. La vicenda vede protagonista una ex dipendente che, avendo ricevuto la notizia del suo licenziamento via Whatsapp, aveva presentato ricorso presso il Tribunale di Catania. Il giudice catanese ha rigettato il ricorso. La pronuncia dimostra come anche il diritto deve fare i conti con le nuove tecnologie e le nuove forme di comunicazione come Whatsapp e i social media che fanno ormai parte integrante della quotidianità di...

La Legge n. 81/2017, il c.d. Jobs Act autonomi, ha introdotto una serie di misure di tutela per i lavoratori autonomi efficacia con decorrente dal 14 giugno 2017. Anzitutto sono individuate alcune tutele per condotte e pratiche contrattuali abusive, come le limitazioni al potere di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali e di recesso del committente, che oggi sono vietate. Viene poi introdotto un divieto di fissare i pagamenti oltre i 60 giorni, con previsione di interessi sanzionatori in caso di ritardo. Nel Jobs...