Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

 

Blog

Centro unico di imputazione del rapporto.Ricordiamo in questo articolo alcuni criteri individuati dalla giurisprudenza per ritenere sussistente, tra due imprese, un unico centro di imputazione del rapporto.Esistono casi in cui vengono funzionalmente costituite due società formalmente distinte, ma sostanzialmente uniche, per sottrarsi all’applicazione di regole che si applicherebbero ad imprese con più di sedici dipendenti.Il centro unico di imputazione del rapporto, secondo la giurisprudenza, “ricorre ogni...

Il datore di lavoro può trattenere delle somme come risarcimento del danno?La recente giurisprudenza della Cassazione ha confermato la tradizionale distinzione tra compensazione propria ed impropria. La prima, quella disciplinata dagli art. 1241 e ss., presuppone che i rapporti giuridici, da cui nascono i reciproci rapporti di credito, siano distinti ed autonomi, mentre la seconda richiede l'unicità del rapporto (v. Cassazione (Sez. I 25 agosto 2006,...

Accordi anti jobs Act. Ancora poco utilizzati, ma sono validi?Le formule adottate dalle parti per la reintroduzione in via pattizia dell’art. 18 Stat. Lav. sono di diversa natura: in alcuni accordi si fa un chiaro riferimento alla volontà di applicare anche per i nuovi assunti le tutele dell’art. 18. In altri casi invece le parti si limitano a disporre che il d.lgs. 23/15 non troverà applicazione.Negli...

Interposizione illegittima di manodoperaIl 2 febbraio 2018 la Suprema corte è intervenuta a Sezioni Unite con la sentenza n. 2990 sul tema dell’interposizione illegittima di manodopera. Il caso riguardava alcuni lavoratori che avevano adito il giudice del lavoro per far accertare la natura fittizia di un appalto e chiedere la costituzione del rapporto di lavoro in capo alla società committente.Chi ottiene in giudizio un accertamento di...

Patto di non concorrenza attivabile a sola discrezione del datore di lavoro: è nullo.La previsione della risoluzione del patto di non concorrenza rimessa all’arbitrio del datore di lavoro concreta una clausola nulla per contrato con norme imperative. Infatti, la limitazione allo svolgimento dell’attività lavorativa deve essere contenuta – in base a quanto previsto dall’art. 2125 c.c. – entro limiti determinati di oggetto, tempo e luogo e...

Decreto Dignità: analizziamo quali sono le principali modifiche al contratto di lavoro a termine Ambito di applicazioneLe modifiche in materia di contratto a tempo determinato sono applicabili ai contratti “stipulati successivamente alla data del 31 ottobre 2018 ”.I contratti in corso al 14 luglio 2018, in caso di proroga o rinnovo entro il 31 ottobre, sono regolati dalla disciplina previgente al decreto 87/18, mentre per i contratti...

Verbale unico di accertamento e notificazione - Impugnazione del verbale unico di accertamento e notificazione - Ispettorato Territoriale del Lavoro. Secondo quanto previsto dall'art 13, c. 4, alla diffida ed alla contestazione degli illeciti amministrativi il personale ispettivo provvede esclusivamente con la notifica di un unico verbale di accertamento e notificazione. La Circolare ministeriale evidenzia come la funzione del verbale unico risulta essere quella di racchiudere in un...

Reato e licenziamento - Illegittimità del licenziamento Nei licenziamenti per ragioni disciplinari, anche se la disciplina collettiva preveda un determinato comportamento come giusta causa o giustificato motivo soggettivo di recesso, il giudice investito dell'impugnativa deve comunque verificare l'effettiva gravità della condotta addebitata al lavoratore. É ribadendo questo principio, già fatto proprio dalla giurisprudenza di legittimità, che la Corte di cassazione ha confermato lquanto deciso dalla Corte di appello...

Demansionamento del dirigente e dimissioni per giusta causa Il dirigente al quale vengono assegnate mansioni inferiori rispetto a quelle per le quali è stato assunto può fondare le proprie dimissioni su giusta causa. I giudici di Cassazione con la sentenza n. 18121 del 21 agosto 2014 hanno confermato le decisioni dei giudici territoriali che nei precedenti gradi del giudizio avevano riconosciuto la dequalificazione professionale quale giusta causa di...

Congedo parentale - Controlli datoriali - Licenziamento per giusta causa. Il dipendente che fruisce dei congedi parentali deve occupare in misura prevalente il proprio tempo per accudire il figlio; se durante i periodi di permesso si occupa di attività differenti, del tutto estranee ai fabbisogni del minore, si concretizza uno sviamento dalla funzione tipica del congedo parentale, che legittima la scelta del datore di lavoro di interrompere...

Utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano cookie sul tuo dispositivo. I cookie sono utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sulla navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Puoi scegliere se abilitare i cookie statistici e di profilazione. Privacy Policy