Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10-13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

 

Blog

Furto di modico valore - Licenziamento per giusta causa - Impugnazione del licenziamento - Sproporzionalità del licenziamento - Reintegra del lavoratore. Con la sentenza n. 15437/2010 il Tribunale di Milano, sez. Lavoro, condannava la società a reintegrare un dipendente licenziato perché ritenuto responsabile di essersi appropriato ed aver occultato merce di un valore pari a circa 3 euro (furto di modico valore). La società appellava la sentenza di...

Licenziamento del dirigente La peculiarità della disciplina inerente il licenziamento dei Dirigenti è stata oggetto di diverse pronunce da parte della Corte di Cassazione la quale – tenuto conto anche di quanto previsto dal CCNL Commercio e dal CCNL Industria – ha cercato di inquadrare la fattispecie e di dirimere le questioni più controverse. Le norme sui licenziamenti individuali di cui alla L. 604/1966 non trovano applicano per...

La flessibilità aziendale deve passare attraverso la contrattazione collettiva (CCNL), altrimenti si rischia il ritorno del principio dell’equivalenza professionale: è l’effetto che può produrre il nuovo articolo 2103 del c.c. riscritto dall’articolo 3 del Dlgs 81/2015, in vigore dal 7 marzo 2015, ma applicabile anche ai lavoratori assunti in precedenza. La disposizione precedentemente in vigore, infatti, stabiliva dei limiti alla flessibilità organizzativa interna delle imprese, che si...

Natura subordinata del rapporto – Mansioni semplici – Espletamento del potere direttivo in via non continuativa – Potere disciplinare limitato – Negazione del vincolo di subordinazione – Irrilevanza nel caso di prestazioni standardizzate La giurisprudenza della Corte di Cassazione esprime un consolidato orientamento in tema di poteri riconosciuti al giudice del merito nella qualificazione del rapporto: si afferma che l’esistenza del vincolo di subordinazione va concretamente apprezzata...

Licenziamento e nuova vittoria per DirittiLavoro: il Tribunale di Milano ha disposto la reintegra del lavoratore - assunto dopo l’entrata in vigore del Jobs Act - e licenziato per (preteso) giustificato motivo oggettivo. Il lavoratore – Responsabile del servizio di sicurezza – dopo aver ricevuto quattro lettere di contestazione disciplinare prive di qualsivoglia fondamento, malgrado le giustificazioni tempestive e precise fornite, era stato sanzionato con sanzioni conservative...

Licenziamento - Impugnazione del licenziamento - Illegittimità del licenziamento - Unicità del soggetto imprenditoriale - Applicaizone dell'art 18 St. Lav. Nuova vittoria per DirittiLavoro: il Tribunale di Milano ha disposto la reintegra in favore di un lavoratore assunto pima dell'entrata in vigore del Jobs Act, dipendente di una società avente meno di 16 dipendenti, ma svolgente attività in modo promiscuo anche in favore di altra società, e...

Investigatore privato - Licenziamento per giusta causa - Impugnazione del licenziamento - Rigetto del ricorso. E’ possibile il controllo disposto dal datore di lavoro nei confronti del lavoratore tramite investigatore privato purché questo non sconfini nella vigilanza dell’attività lavorativa vera e propria. La Corte di Cassazione è intervenuta con la sentenza n. 15867/2017 in tema di controllo del lavoratore tramite investigatore privato, chiarendo i requisiti di utilizzabilità in...

Trasferimento d'azienda - Impugnazione – Decorrenza del termine di decadenza Il termine per impugnare stragiudizialmente il trasferimento d'azienda ex art. 32, legge 183/2010, decorre dalla data effettiva del trasferimento stesso e non da quella in cui i dipendenti ne siano venuti a conoscenza. Tribunale di Milano 7 giugno 2016, n. 1670 ­ Alcuni lavoratori hanno agito in giudizio, chiedendo di accertare l'esistenza di un trasferimento di ramo d'azienda, dal...

Inquadramento superiore - Rivendicazione - Procedimento logico-giuridico di accertamento - Criteri - Giudizio di fatto riservato al giudice del merito. Nel procedimento logico - giuridico diretto alla determinazione dell'inquadramento di un lavoratore subordinato devono seguirsi tre successive fasi: accertamento in fatto delle mansioni svolte; individuazione delle qualifiche e dei gradi previsti dalla contrattazione collettiva di settore; raffronto tra le mansioni il cui svolgimento il risultato accertato e...

Licenziamento collettivo - Criteri di scelta - Applicazione ai dipendenti della società. L’individuazione dei lavoratori da collocare in mobilità deve avvenire, in relazione alle esigenze tecnico-produttive-organizzative del complesso aziendale, nel rispetto dei criteri di scelta sanciti dal CCNL: la ripetizione del criterio oggettivo delle esigenze tecnico-produttive-organizzative (ad inizio ed alla fine dell’articolo) serve a delimitare l’ambito entro il quale effettuare la riduzione del personale in funzione delle...

Utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano cookie sul tuo dispositivo. I cookie sono utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sulla navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Puoi scegliere se abilitare i cookie statistici e di profilazione. Privacy Policy