Contattaci

035 19964680

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

Home jobs act

jobs act

In questo articolo analizziamo la prima sentenza di un giudice di merito (tribunale di Bari) che lo scorso 11 ottobre 2018 (sentenza n. 43328), ovvero dopo poche ore la diramazione del comunicato relativo alla pronuncia di incostituzionalità della corte, ha disapplicato il rigido criterio del risarcimento del danno previsto per l’illegittimo licenziamento nel contratto di lavoro a tutele crescenti introdotto dal jobs act. Oggetto della vicenda era il licenziamento di un lavoratore nell’ambito di una procedura di mobilità (licenziamento collettivo). Non si...

Accordi anti jobs Act. Ancora poco utilizzati, ma sono validi? Le formule adottate dalle parti per la reintroduzione in via pattizia dell’art. 18 Stat. Lav. sono di diversa natura: in alcuni accordi si fa un chiaro riferimento alla volontà di applicare anche per i nuovi assunti le tutele dell’art. 18. In altri casi invece le parti si limitano a disporre che il d.lgs. 23/15 non troverà applicazione. Negli accordi analizzati si registra, seppur raramente, anche la presenza di clausole che oltre...

La Legge n. 81/2017, il c.d. Jobs Act autonomi, ha introdotto una serie di misure di tutela per i lavoratori autonomi efficacia con decorrente dal 14 giugno 2017. Anzitutto sono individuate alcune tutele per condotte e pratiche contrattuali abusive, come le limitazioni al potere di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali e di recesso del committente, che oggi sono vietate. Viene poi introdotto un divieto di fissare i pagamenti oltre i 60 giorni, con previsione di interessi sanzionatori in caso di ritardo. Nel Jobs...

Cambiare lavoro - Perdita dell'applicazione della disciplina dell'art 18 St.lav. - Negoziazione - Applicazione dell'art 18 St.lav. ai rapporti di lavoro sorti dopo il 7 marzo 2015. Cambiare lavoro oggi è una scelta difficile e non solo perché è difficile trovarlo ma anche perché lasciarlo significa perdere le “vecchie tutele” dell’art 18 St.lav. In caso di licenziamento ingiustificato i dipendenti assunti prima del 7 marzo 2015 godono di una tutela maggiore rispetto a quelli assunti a seguito di tale data: per chi...

Rilevantissima sentenza del 13 giugno 2017 emessa dal Tribunale di Milano che ha disposto la reintegrazione di un lavoratore, assistito dal nostro Studio, che pur essendo stato assunto con un regime a tutele crescenti (Jobs Act) è stato illegittimamente licenziato per asserito giustificato motivo oggettivo. Nel caso di specie un lavoratore, assunto nell’ottobre 2015 da una cooperativa con meno di 15 dipendenti per svolgere le mansioni di tecnico commerciale è stato destinatario di un licenziamento per giustificato motivo oggettivo a ridosso...