Contattaci

035 19964680

Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

bergamo@dirittilavoro.it

Home Regime fiscale delle trasferte

Regime fiscale delle trasferte

Regime fiscale delle trasferte
In linea generale i rimborsi spese forfettariamente determinati in occasione di una trasferta sono da considerare indennità di trasferta e pertanto devono essere assoggettati a prelievo fiscale per la quota eccedente il limite di esenzione, anche nel caso detti rimborsi vengano erogati da un terzo.
Il riferimento normativo del regime fiscale delle trasferte è rappresentato dal comma 5 dell’art. 51 del DPR 917/1986. Questa norma prevede che le indennità percepite per le trasferte o le missioni fuori dal territorio comunale concorrono a formare il reddito per la parte eccedente euro 46,48 al giorno elevati a 77,47 per le trasferte all’estero, al netto delle spese di viaggio e di trasporto. In caso di rimborso delle spese di alloggio, ovvero quelle di vitto, il limite è ridotto di un terzo e si riduce di due terzi in caso di imborso sia di vitto che di alloggio.
L’agenzia delle entrate con un messaggio del 23 luglio 2019 ha quindi confermato suddetta normativa e precisato che lo spiegato regime fiscale delle trasferte è applicabile anche per il caso in cui il pagamento avvenga ad opera di un terzo soggetto.